Protagonista la carta: la scatola mille usi


Questa settimana è iniziata in modo davvero speciale, con il sole e tanta voglia di colore. Ho pensato allora di finire con un altro progetto colorato: la scatola mille usi.


Copyright Marina Zanotta
Panoramica scatole di carta

Il progetto è semplice, e probabilmente saranno dello stesso tenore anche i prossimi post. Prima di buttarmi in progetti corposi, voglio familiarizzare con il blog e le sue dinamiche. Devo sistemare a livello tecnico ancora un sacco di cose, e il design attuale del blog è incompleto perché non ho abbastanza tempo a disposizione.  
Progettare, disegnare, convertire, fotografare, e pubblicare. Diciamo che mi manca l’allenamento!
Lo so che ci sono tanti e bravi blogger in rete da molto più tempo di me, navigati ed esperti; si vede e si capisce dai lavori pubblicati che sono uno più bello dell’altro, ma io ho bisogno di mettere le idee in fila, e per una creativa a corrente alternata non è semplice. Spero comunque che continuerete a seguirmi.

Occupiamoci ora della scatola mille usi.

Il progetto l’ho battezzato così perché l’idea è nata pensando ai bambini, che a breve torneranno a scuola, ma poi mi sono venuti in mente altri utilizzi come di seguito vi mostro.

In un’ottica volta al riciclo creativo ho usato per questo progetto delle cartellette per ufficio (spessore di 135 g/m2) che costano pochi centesimi, e se ne trovano oramai di tutti i colori in commercio. Si possono usare anche cartoncini con fantasie prestampate oppure, per un lavoro total handmade, potete dipingere delle scritte a mano o disegnare qualsiasi cosa, per un effetto decorativo davvero unico. Se non avete una bella calligrafia o non sapete disegnare, c’è sempre il computer a salvarvi!

Copyright Marina Zanotta
Panoramica cartellette per ufficio

Il primo utilizzo che ho pensato, quello originale, chiamiamolo così, è per le matite.
Un bouquet di matite ben temperate”, non diceva così Tom Hanks in C’è posta per te? 

copyright Marina Zanotta
Panoramica matite


Copyright Marina Zanotta
Scatola di carta porta matita
La scatola si presta a contenere anche uncinetti, biro, pennarelli o qualsiasi altro oggetto a forma allungata, compresi i pennelli per dipingere. Attenzione a non farla troppo alta, altrimenti perderà in stabilità.

Copyright Marina Zanotta
Panoramica uncinetti

Copyright Marina Zanotta
Scatola di carta porta uncinetti





 
Copyright Marina Zanotta
Panoramica penne




Copyright Marina Zanotta
Scatola di carta porta penne
 
Copyright Marina Zanotta
Scatola di carta porta pennelli

Ho pensato anche di utilizzarla come confezione regalo per un foulard: la forma confonderà sicuramente il festeggiato, che avrà difficoltà a indovinare il suo contenuto.
  
Copyright Marina Zanotta
Scatola di carta porta foulard


Non so voi, ma quando ricevo un regalo, cerco di indovinare subito di cosa si tratta dalla confezione, dalla forma e da qualsiasi altro indizio. I miei genitori s’inventavano di tutto per portarmi fuori pista. Una volta mi hanno regalato uno Swatch e l’hanno messo in uno scatolone per Moon Boot nascosto tra una montagna di carta appallottolata. Pensavo fosse uno scherzo, ma quando ho trovato la vera confezione regalo, la sorpresa è stata grande.

Copyright Marina Zanotta
Scatola di carta porta foulard in verticale


Per chi ama collezionare foulard (conosco un paio di persone), potrete realizzare delle scatole nei medesimi colori, e poi decidere se esporle su una mensola della cabina armadio (arredamento creativo) o riporle nei cassetti porta biancheria per un aspetto più ordinato. Immaginate l’effetto: appena lo aprirete avrete l’arcobaleno sotto gli occhi.

Ho l’immagine stampata nella mia testa, ma non ne ho realizzate così tante da poter mostrare l’idea creativa che mi è venuta or ora. Se qualcuna di voi si vuole cimentare nell’impresa, e ci riesce, fatemelo sapere, mi piacerebbe vedere le vostre realizzazioni.
Alla prossima.

 

Commenti

  1. Ciao Marina, contraccambio con piacere la tua visita... e ben felice di essere la tua prima follower .
    Complimenti per il tuo giovane blog... da oggi ti seguirò con piacere.
    A presto
    Maestra Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Ho provato a diventare tua follower, ma Google mi ha detto di riprovare più tardi ...Forse il server era occupato! Ora riprovo, non voglio perdermi neanche una tua creazione.
      Ciao
      Marina

      Elimina

Posta un commento

I commenti saranno pubblicati in differita per la presenza di un moderatore.