Embossing Cover book

Siete per il total black? Io non proprio, ed è per questo che ho voluto vivacizzare un po’ delle copertine dei miei album da disegno. Con l’occasione vi mostro dei nuovi prodotti, quindi se siete curiosi o interessati continuate a leggere. 
Mi viene naturale sperimentare ed è per questo che mi trovo sempre più a mio agio con il mixed media. 

Copyright © 2018 Marina Zanotta


Alla fiera dell’Hobby Show ho reperito una nuova polvere per embossare, a grana grossa, per ottenere un effetto sigillo. Ho imparato in quell’occasione, che se fai sciogliere la polvere, con una pistola ad aria calda ovviamente, da sotto il foglio si ottiene lo stesso effetto della ceralacca, e vi si può imprimere ciò che si vuole: una scritta, un’immagine, una lettera sigillata. Si ottiene un effetto in rilievo unico.

Copyright © 2018 Marina Zanotta

Non ho potuto applicare questa tecnica alla copertina che vedete perché il cartonato era troppo spesso, e avrei finito per bruciare l’interno, peraltro già disegnato.
Ho fatto allora ricorso alla tecnica tradizionale, usando il tampone per embossare e sciogliendo la polvere con il gettito diretto d’aria calda.
Trovo il risultato molto interessante, anche perché la copertina non era propriamente liscia, e ha trattenuto la giusta quantità di polvere.

Copyright © 2018 Marina Zanotta

Per la seconda copertina ho optato per qualcosa di più tradizionale. Ho creato delle strisce di carta acquerellata, e vi ho impresso le scritte con un classico inchiostro indelebile (Archival).

Copyright © 2018 Marina Zanotta

Il moleskine si presta più di ogni altro alla scrittura, e mi pareva giusto richiamare il concetto in modo semplice.
Avrei potuto ottenere un risultato simile con una “embossing pen” (penna per embossare), ma prima devo esercitarmi con la scrittura creativa, dato che, in caso di errore, non si può cancellare il mal riuscito.
Non volendo rovinare la copertina, ho fatto un esperimento su un blocco di Tiger, già usato per le prove generali dei miei schizzi.

Copyright © 2018 Marina Zanotta

L’embossing pen si usa come un qualsiasi pennarello. È facile da usare, perché funziona come un Uni Posca. Si preme la punta fino a quando non si impregna del liquido trasparente contenuto all’interno della penna. Ne ho reperita una con la punta media, e non so dirvi se esiste una versione con la punta fine, più adatta alla scrittura. Mi devo informare.

Copyright © 2018 Marina Zanotta

Per provarla ho scelto un disegno facile da eseguire a mano libera, anche perché non volevo fare il doppio passaggio disegno a matita e successivo ripasso con la penna per embossare.
Devo testare ancora le piene potenzialità di questa penna, ma un primo esperimento e risultato lo potete vedere nella foto sopra, e credetemi è davvero divertente. Come al solito la parola chiave è immaginazione!
Per oggi è tutto, spero vi siano piaciuti i miei lavori.
Alla prossima.


Commenti

  1. No! Coloreeeeeeeeeeeee!!!! E' già buio e scuro fuori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patri, non sono mai stata per il total black, ma ultimamente abbondo con il nero.
      Bacio!
      Marina

      Elimina
  2. Ciao Marina, a me non dispiace il total black in determinate occasioni :) bella la nuova polvere! Complimenti per il risultato, molto bello.
    A presto
    Ivy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bellissima questa polvere, perché è a due colori (oro e nero). Non si vede molto perché il mio sfondo nero ha smorzato il secondo, ma sul foglio colorato o bianco è uno spettacolo.
      Hai mai usato la embossing pen?
      Grazie Ivy :)
      Alla prossima.
      Marina

      Elimina
  3. Il total black non passa mai di moda.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina

Posta un commento

Gli utenti che decidono di lasciare un commento su questo blog devono essere informati che il loro username sarà visibile nella pagina web e potrà essere cliccato da altri utenti. Pertanto, siate consapevoli che ogni visitatore potrà conoscere il vostro Profilo Blogger o di Google+, a seconda della impostazione scelta e se resi pubblici.
I commenti saranno pubblicati in differita per la presenza di un moderatore.
Non si possono lasciare commenti anonimi.

Note al rilascio dei commenti

Gli utenti che decidono di lasciare un commento su questo blog devono essere informati che il loro username sarà visibile nella pagina web e potrà essere cliccato da altri utenti. Pertanto, siate consapevoli che ogni visitatore potrà conoscere il vostro Profilo Blogger o Google+, a seconda della impostazione scelta e qualora resi pubblici.
Per leggere l'informativa sulla Privacy clicca qui.
I commenti saranno pubblicati in differita per la presenza di un moderatore.