Insieme raccontiamo n. 5 – Il potere dei cristalli

Il 20 gennaio Patricia ci ha dato un nuovo incipt, dal sapore fantasy, almeno questa l'impressione che ho avuto appena l'ho letto. Solo ora che ho terminato il mio finale (il post è in programma da una settimana), comincio a vederla in modo differente.


Devo chiedere a Pat se ci sono limiti alla pubblicazione di versioni.
Per chi non conoscesse le regole di questa splendida iniziativa, può visitare il blog di Patricia.

Ecco l’inizio che ci è stato offerto:
“Era il momento giusto. La luna era alta in cielo. Nessuna nube a farle da velo. Prese quanto le serviva, lo mise nel suo zaino di luce e si alzò. Presto tutti avrebbero capito chi era. Chi comandava”

Ed ora il mio finale da 291 parole! Buona lettura ….
“L’esilio aveva dato i suoi frutti, nessuno si ricordava più di lei. 
L’anonimato le avrebbe garantito maggiore libertà d’azione e meno interferenze. Aveva poco tempo per agire, e doveva essere rapida, precisa. 
Sentiva lo stomaco contrarsi per l’emozione mentre un gràcchio la fissava da sopra un ramo. Doveva solo stare attenta ai tre cristalli di luce nello zaino. Se sollecitati troppo, e prima del tempo, si sarebbero surriscaldati e disintegrati. Grazie al sapere contenuto nelle pietre avrebbe liberato le menti ottenebrate dal buio e dalla violenza, e avrebbe donato loro l’illuminazione e il calore dell’amore. Era forse troppo tardi? Non c’era spazio per i dubbi, e non aveva intenzione di arrendersi. 
Al gracchiare del volatile, con un balzo, salì sulla grande pietra nera dove il riflesso lunare era più forte, e assorbì tutta la lucentezza del firmamento. Il tempo si fermò per un istante, sufficiente a far scatenare orrore e angoscia in ogni essere. 
Leila era l’unica che poteva vedere in quella oscurità, e controllare la potenza della vita allo stato puro. Prese un cristallo di luce tra le mani, che cominciò a pulsare come un cuore umano. La luce del cristallo cresceva ad ogni battito, e quando arrivò ad illuminare come un sole appena nato, luminoso ma non accecante, gli altri due lievitarono e presero a ruotare vorticosamente intorno alle sue mani. Un fitto raggio di luce si sprigionò verso il basso e raggiunse in pochi secondi il fulcro di tutto il male seminato fino a quel momento. Venne travolta violentemente da un vortice oscuro, che pareva animato e intenzionato a sgretolarla in mille pezzi. Lanciò con forza il cristallo che teneva ancora tra le mani, al centro di quel inferno nero, e tutta l’oscurità fu risucchiata in un istante.”

  Come al solito aspetto il post riepilogativo di Patricia per leggere i finali degli altri partecipanti.
Come vi sembra questo finale fantasy?
Non posso dire che sia il mio genere letterario preferito, e forse non è nemmeno nelle mie corde, ma questo è uscito dalla penna da solo  :D
(ah ah ah)
La vita bisogna prenderla un po' così, come viene ... 
Se avete piacere, potete leggere qui il precedente racconto di tutt'altro genere.
Alla prossima.

Commenti

  1. Bellissimo Marina!!!
    E se proprio lo vuoi sapere... si avverasse!!! Se la tua fosse una profezia....
    C'è sempre più ignoranza al mondo e l'ignoranza cosa altro è se non buio totale della mente e del cuore?
    Bravissima!!!

    Quante versioni puoi fare? Tutte quelle che vuoi!!!!!
    Grazie e un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buono a sapersi (per le più versioni) :)
      Se sparisse anche solo la metà della violenza che circola al giorno d'oggi, sarebbe un gran bel risultato!
      Contenta che sia piaciuto :)
      Baci
      Marina

      Elimina
  2. se è uscito dalla penna da solo .... allora hai una penna magica .... beh complimenti ... Fantasia Creativa al massimo ... complimenti ... un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì così magica che io pensavo e lei scriveva da sola :D
      Grazie dei complimenti!
      Un bacione.
      Marina

      Elimina
  3. Molto bello. Non si direbbe che non è il tuo genere. Ha ragione Patricia avremmo proprio bisogno dei tuoi cristalli.
    Buon e sereno fine settimana ^___^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà forse esistono cristalli simili :)
      Prova fantasy superata allora?
      Buon weekend anche a te Anna :)
      Marina

      Elimina
  4. WOW, racconto spettacolare. Bravissima, Marina!!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti saranno pubblicati in differita per la presenza di un moderatore.