KURETAKE WATERCOLOR MADE IN JAPAN

Vi avevo anticipato qualche post fa che mi sarebbero arrivati dei nuovi acquerelli da provare.
Ho buttato un occhio all’estero, un occhio sicuro, alla ricerca di prodotti di qualità.
Oggi vi presento gli acquerelli Giapponesi, e precisamente i Kuretake Gansai Tambi. Una meraviglia.

Sono acquerelli conosciuti soprattutto nel settore dei fumetti e manga giapponesi. In realtà li trovo bellissimi anche per altri tipi di illustrazioni, purché piacciano i colori intensi ed accesi. Io li adoro!

Copyright 2017 Marina Zanotta

Innanzitutto si presentano bene. Quella che vedete è la confezione in verde satinato da 36 colori.
All'interno c'è una gamma di colori caldi, con una varietà di verdi (ben 9) che non si trovano in altre confezioni di acquerelli. Per questo li trovo perfetti per illustrazioni botaniche, ma non solo. Nel ritratto possono riservare sorprese, e con un tratto decisivo cambiare totalmente il dipinto. Sono ideali per dare profondità agli occhi, per esempio.
Già pregusto i lavori che potrei fare.

Copyright 2017 Marina Zanotta
Vi sono anche l’oro, il perlato, e un rame metallizzato, che potete vedere nell'ultima riga della scatola, che incantano sulla carta, credetemi. Se vi piacciono questi tipi di colore non perdetevi i prossimi post, perché vi mostrerò una scatola di acquerelli americani che vi faranno sognare.
Come sapete ho l’abitudine di testare sempre i colori prima di iniziare qualsiasi lavoro. Questa volta mi sono divertita a fare dei palloncini, che mi sono riusciti talmente bene (evviva la modestia) che ho deciso di farne una card. Forse 😆

Copyright 2017 Marina Zanotta

Per questo doodle di prova ho usato la carta satinata della Arches, perfetta per le illustrazioni stampabili, e devo dire che la resa è stata ottima.

Copyright 2017 Marina Zanotta

I colori sono intensi vero? La caratteristica principale di questi acquerelli è che sono corposi, quasi coprenti come un marker, perché molti pigmentati, e mantengono l’intensità del colore anche nelle trasparenze. Vi consiglio di usarli dopo aver acquisito un po’ di famigliarità con questa tecnica pittorica. Sono sicura che vi incanteranno.

Io sono totalmente rapita da questi colori, si vede? 😄
Sì perché si possono usare anche nei lavori mix media art 😉

Copyright 2017 Marina Zanotta

Spero di avervi contagiato con questa piccola dimostrazione. Fateci un pensierino, li potete ordinare anche su Amazon, ma state attenti al rivenditore 😉
Alla prossima fantasmagorica scatola di acquerelli 😄
P.S. Questo post non è sponsorizzato!

Commenti

  1. La voglio!
    Decisamente colori intensi, stupenda tavolozza e magnifici palloncini!!
    Grazie mille per il consiglio ^_^
    Maris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho detto anch'io la prima volta che li ho visti 😁 😍
      Non perderti anche quelli americani! Sono molto belli anche quelli.
      Ciao
      Marina

      Elimina
  2. Sono terribilmente schiappa in disegno ma a colorare anche peggio. Msi riuscita ad usare gli acquarelli
    Tu sei bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu Patri sei poetessa ;)
      Grazie.
      Marina

      Elimina
  3. Risposte
    1. Hai visto Cinzia? Una intenditrice di colori come te, ha colto subito ;)
      Marina

      Elimina
  4. Davvero colori molto coprenti, pur essendo degli acquarelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ma ti assicuro che anche nelle trasparenze sono molto belli, e ne basta davvero poco.
      Marina

      Elimina
  5. Cioè scusa...i palloncini son fatti a mano libera???? Siamo senza parole (non è un modo di dire, fidati)!!! Sono bellissimi ed in bellissimi colori!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì i palloncini sono stati fatti a mano libera :)
      Una bella esercitazione ;)
      Ciao
      Marina

      Elimina

Posta un commento

I commenti saranno pubblicati in differita per la presenza di un moderatore.